#ioviaggioitaliano: incentivi a turismo

66
0
Share:

Con un video diffuso sui social, Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’Ambiente, da oltre 10 anni docente di turismo sostenibile nelle Università di Milano-Bicocca e Roma Tor Vergata, e l’inviato di Striscia la Notizia, Jimmy Ghione, lanciano l’appello #ioviaggioitaliano per salvare il settore turistico.

“L’Italia rischia di passare in molte zone da ‘overturism’ a ‘zerotourism’, da affollamento alla desertificazione” dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e promotore della campagna #ioviaggioitaliano, aggiungendo: “Nel  2019, secondo le stime dell’ENIT, l’Italia è stato il  quinto Paese più visitato al mondo, con 94 milioni di visitatori stranieri e con 216,5 milioni di presenze totali”.

“Nel 2018, secondo le stime della Banca d’Italia – prosegue l’ex Ministro dell’Ambiente – il settore turistico ha generato il 13% del PIL nazionale, considerando anche quello generato indirettamente, rappresentando oltre il 6% degli occupati solo nel settore diretto. Se non vogliamo il crollo del settore occorre un fondo straordinario e un piano di incentivi al turismo nel nostro Paese” sottolinea Pecoraro Scanio.

“Le aree interne, i parchi, i borghi e gli itinerari enogastronomici sono le prime mete raggiungibili per un turismo di territorio, sicuro e sostenibile. Occorre sostenere queste realtà” rilancia il Presidente della Fondazione UniVerde.

“L’Italia è un museo a cielo aperto, ricca di posti straordinari. Non importa che tipo di vacanza cerchiamo, in Italia abbiamo tutto: dalle città d’arte alla natura delle aree protette.  In questo particolare momento abbiamo la possibilità di scoprire e riscoprire ancora di più questo nostro meraviglioso Paese. Così facendo, diamo una mano a far ripartire il settore per dare la possibilità a chi lavora nel turismo di poter ripartire” afferma Jimmy Ghione.

Share:

Lascia un commento