L’uso di mascherine inadatte può provocare deformazioni nelle orecchie dei bambini

276
0
Share:

In tempo di pandemia le mascherine sono diventate uno strumento fondamentale per contenere la diffusione del virus, tuttavia nel caso dei più piccoli devono essere scelte con cura, per evitare che possano insorgere problemi alle orecchie.

La questione è stata sollevata dall’emittente statunitense Cnn, che ha intervistato la Dott.ssa Martha Mejía, ortopedica maxillo-facciale specializzata nel trattare problematiche legate alle orecchie dei bambini. La dottoressa, pur mantenendo un atteggiamento molto prudente e sottolineando che non ci sono attualmente prove scientifiche a riguardo, ha affermato di avere osservato diversi casi di bambini a cui l’uso prolungato di una mascherina non idonea avrebbe provocato problemi alle orecchie. Irritazioni cutanee, e nei casi più gravi persino deformazioni.

La ortopedica ha invitato a prestare attenzione in particolare ai bambini fino ai sei anni, in quanto fino a tale età le orecchie sviluppano la loro forma e crescono nelle dimensioni. E’ importante evitare che i lacci delle mascherine esercitino una pressione eccessiva verso il basso oppure in avanti. In primis è necessario scegliere mascherine di dimensioni adeguate al volto del bambino: se sono troppo piccole e calzano strette, gli elastici che si applicano dietro alle orecchie per sostenere la mascherina eserciteranno una pressione maggiore. Quanto ai lacci elastici, quelli sottili sono preferibili rispetto a quelli di maggiore spessore.

Per ovviare al problema in ogni caso, è sufficiente utilizzare gli specifici supporti plastici, da applicare dietro alla testa, sui quali agganciare i tiranti delle mascherine. In questo modo le orecchie non subiscono nessuna sollecitazione, garantendo maggiore confort a chi li indossa.

Share: