Pulcinella di mare avvistata a Taranto: non accadeva da oltre un secolo

308
0
Share:

Il particolare uccello marino è stato avvistato nel corso di un monitoraggio della “Jonian dolphin conservation”. Avvistamenti come questo nel Mediterraneo sono molto rari, in quanto si tratta di una specie che vive abitualmente in Groenlandia, Islanda e nell’oceano Atlantico settentrionale.

Il Pulcinella di mare torna a farsi vedere nelle acque del Golfo di Taranto, “dove non veniva avvistata dalla fine dell’Ottocento“, riferisce l’ornitologo Cristiano Liuzzi. Ad avvistarla sono stati i ricercatori della “Jonian dolphin conservation”, una associazione che si prefigge lo scopo di tutelare i cetacei e tutti gli altri animali che popolano il golfo tra Puglia, Basilicata e Calabria. L’avvistamento ha avuto luogo nella parte settentrionale del Mar Ionio, a 8 miglia – poco meno di 15 chilometri – dalle coste di Taranto, ed i ricercatori sono riusciti ad immortalarlo. Stefano Bellomo, ricercatore della “Jonian dolphin conservation” (JDC) racconta che “ogni giornata in mare è una grande avventura. Conosciamo sempre meglio i cetacei del Golfo di Taranto e rimaniamo estasiati dall’importantissimo patrimonio naturalistico del nostro mare.”

Il Pulcinella di mare immortalato dai ricercatori dello “Jonian dolphin conservation”,

Il raro avvistamento ha suscitato interesse anche da parte degli ornitologi del Centro Studi de Romita, un istituto di ricerca scientifica che, insieme alla JDC, si occupa del monitoraggio degli uccelli marini del territorio. Il Pulcinella di mare, spiega Luzzi, generalmente popola le scogliere dell’oceano Atlantico settentrionale, ed in modo particolare dei paesi nordeuropei. Avvistarlo in questa zona del Mediterraneo è un evento molto raro, ma è un elemento che sottolinea l’importanza del Golfo di Taranto, dove vivono numerose specie marine, tra cui capodogli e delfini. Una biodiversità che secondo il professor Roberto Carlucci, docente di Ecologia all’Università di Bari, dovrebbe essere tutelata urgentemente mediante l’istituzione di una Zona di protezione speciale”

Share: