Best practice, influencer e startup a confronto a Napoli per un turismo sostenibile, sicuro, green e digital

30
0
Share:

Pecoraro Scanio: “La creatività e l’innovazione per il rilancio turistico duraturo, inclusivo e di qualità della città di Napoli e della Campania” e consegna il Green Pride del Turismo 2021 allo scrittore Maurizio de Giovanni e a tre realtà napoletane

Al 5° Open Day della piattaforma Opera2030, sono stati consegnati i Green Pride del Turismo 2021 a tre iniziative sociali, amiche dell’ambiente e dedicate alla promozione turistica, culturale e sostenibile della città partenopea: Kayak Napoli, Storie di Napoli, Le Botteghe di San Gregorio Armeno. Attribuito anche il riconoscimento di “Top Green Influencer della Campania” a Valeria Bove, per l’attività di promozione delle buone pratiche legate al turismo responsabile a Napoli e in Campania. All’evento è intervenuto anche l’ex Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Gaetano Manfredi.

(NAPOLI, 15 luglio 2021) Si è svolto questa mattina, presso l’Hotel NH Panorama di via Medina, il 5° Open Day di Opera2030, la piattaforma che promuove l’attivismo e le best practice italiane verso la realizzazione dei 17 Goals delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile. Spazio alla creatività, all’innovazione e ai giovani influencer digitali della piattaforma Influgramer.com, che ha promosso l’evento insieme alla Fondazione UniVerde, in collaborazione con il corso di laurea in Hospitality Management e l’Osservatorio Giovani dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e promotore di Opera2030, ha ricordato in apertura dei lavori: “Opera2030 si propone come aggregatore di buone pratiche e di esperienze diffuse su tutto il territorio nazionale.  L’iniziativa che abbiamo organizzato a Napoli ha voluto mettere in luce le best practice innovative che sono fondamentali per il rilancio turistico green e digital della città e della regione. Abbiamo dimostrato che l’Italia è ricca di un forte potenziale imprenditoriale, ecologista, solidale, culturale. Soprattutto è stato bello vedere tanti giovani che si impegnano quotidianamente per favorire un cambiamento positivo nella società e i Green Pride conferiti oggi sono un riconoscimento meritato per le tre realtà che hanno intrapreso il percorso evolutivo dell’attività d’imprenditoriale verso la green society, con obiettivi concreti di promozione turistica responsabile, etica ed ecologica. Grazie a Maurizio de Giovanni che, attraverso i suoi romanzi e le sue storie, ci fa vivere esperienze uniche, a partire dalla scoperta e dalla riscoperta degli splendidi luoghi di Napoli”.

Matteo Lorito, Rettore dell’Università di Napoli Federico II, con un videomessaggio ha rivolto i complimenti agli organizzatori dell’Open Day, sottolineando: “Quelli del turismo sostenibile e dell’innovazione tecnologica sono i temi del momento, sui quali il nostro ateneo è presente. Abbiamo fatto un investimento importante, in tutta l’area del turismo, anche con l’attivazione dell’ultimo corso in Hospitality Management, ma il discorso si collega a tutto l’impegno profuso nel settore dell’agroalimentare. La ripartenza della nostra regione, la Campania, e del Paese, deve coinvolgere il settore del turismo e deve caratterizzare l’offerta turistica sia da un punto di vista commerciale che formativa, che deve essere sostenibile e votata alla transizione ecologica”.

Gaetano Manfredi, già Rettore dell’Università di Napoli Federico II, ha dichiarato: “C’è bisogno di guardare al turismo di domani come l’idea di nuova dimensione di tipo esperienziale, il desiderio di vivere emozioni autentiche e uniche. Il che non significa solo accoglienza ma anche cultura, enogastronomia, relazioni umane. Napoli è una città in cui tutto questo è possibile, c’è una stratificazione di storie, sapori e odori che è difficile trovare altrove e rappresenta il nostro valore aggiunto. Lo possiamo fare formando gli operatori, facendo crescere una rete di imprese, rendendo la città più accogliente nel senso di garantire un sistema di servizi di marketing territoriale e nazionale competitivo”.

Pecoraro Scanio ha consegnato uno speciale Green Pride del Turismo 2021 allo scrittore Maurizio de Giovanni, un omaggio a un personaggio di eccellenza della letteratura italiana nonché ispiratore di fiction che oggi sono tra le più apprezzate dal pubblico televisivo, anche nella valorizzazione dei bellissimi luoghi di Napoli e della Campania, capaci di ispirare forme virtuose di cineturismo. De Giovanni ha ringraziato il Presidente della Fondazione UniVerde e ha rilanciato il suo amore per la città: “Non è possibile raccontare Napoli senza prescindere dalla sua bellezza”.

Le tre best practice a cui è stato attribuito il Green Pride del Turismo 2021 sono: Kayak Napoli, per le attività di carattere turistico-sportive che diffondono la cultura del rispetto e della tutela del mare e del territorio (ha ritirato il riconoscimento Giovanni Brun); Storie di Napoli, la pagina di cultura e storytelling locale che aggrega gli amanti della città di Napoli, con oltre 10 milioni di lettori (ha ritirato il riconoscimento Federico Quagliuolo); l’associazione Le Botteghe di San Gregorio Armeno, che punta alla valorizzazione del territorio attraverso la promozione della celebre arte presepiale e dell’artigianato napoletano (ha ritirato il riconoscimento Gabriele Casillo).

Valeria Bove è la “Top Green Influencer della Campania” premiata da Pecoraro Scanio e, in videoconferenza, da Matteo Campofiorito, ideatore del riconoscimento: la giovane attivista della community degli influencer si è distinta nel comunicare e divulgare efficacemente, attraverso gli strumenti offerti dai social media, le buone pratiche di turismo responsabile e consapevole, alla scoperta dei patrimoni storici, culturali, naturalistici e enogastronomici a Napoli e nella regione.

Il 5° Open Day di Opera2030, intitolato “Creatività e innovazione al servizio del turismo” è stato coordinato da Lello Savonardo, docente in comunicazione e coordinatore dell’Osservatorio Giovani della Federico II, e da Andrea Zagato, ceo di Influgramer.com, che ha evidenziato quanto “i contenuti di qualità fanno la differenza sul web. Con la campagna #LessPlasticIsMoreLife abbiamo chiamato a raccolta migliaia di influencer, chiedendo loro di condividere stories per incentivare la sostituzione della plastica monouso con altri materiali ecosostenibili. Siamo felici, inoltre, di aver contribuito a dare visibilità anche alle best practice legate al turismo con l’iniziativa ‘Le bellezze di Roma’, chiedendo ai content creator di realizzare narrazioni creative su itinerari, mete e luoghi che il turista può scoprire in gita o in vacanza nella Città Eterna e potremo replicare questo progetto anche su Napoli”.

L’evento è stato un importante momento di confronto tra personalità e best practice nel campo delle strategie per un vero green deal del turismo partenopeo e campano: da quelle realizzate grazie all’attività dell’Università Federico II di Napoli, con l’avvio del nuovo corso di laurea in Hospitality Management, il primo professionalizzante in Italia nella specialità turistica, il #ReputationHub e l’Osservatorio Giovani, fino a quelle legate al mondo dell’imprenditoria e dell’attivismo innovativi, sostenibili e digitali.

Si è parlato di green jobs, eccellenze dell’agrifood, turismo in sicurezza, blue economy, nuove tecnologie, tradizioni artigianali e abbigliamento made in Naples, come fulcro per la promozione di una crescita dell’ospitalità duratura, inclusiva e di qualità, con: Antonella Miletti (Docente CdL in Hospitality Management – #ReputationHub, Università degli Studi di Napoli Federico II), Massimo De Maio (Docente CdL Ecologia Integrale, Pontificia Università Antonianum), Manuel Lombardi (Presidente Terranostra Campania-Coldiretti), Angelo Caprio (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico della Campania), Jacopo Mele (Digital Life Coach e Presidente Fondazione Homo Ex Machina), Fulvio Giugliano (Co-fondatore Domizia), Flavia Sorrentino (Già Responsabile Progetto “Scegli Napoli”, Comune di Napoli), Mirko Catapano (Ceo Montecarlo club Srl), Salvatore Sannino (Cluster per il Mediterraneo Intelligente, Blue & Green Hub Living Lab), Francesco Paolo Russo (Fondatore e Ceo To Be Srl), Claudia Impagliazzo e Lara Capaldo (App Through).

Share: